Un’infestazione da calabroni o vespe può essere molto pericolosa. Questi insetti sono soliti costruire grandi nidi anche a ridosso delle abitazioni e manifestano comportamenti aggressivi per difenderli se si sentono minacciati.
La loro attività è principalmente diurna e durante la stagione calda possono entrare in contatto con l’uomo,anche se questo accade più raramente di quanto si pensa.

Pericoli per l’uomo

Come già accennato calabroni e vespe attaccano solo per difesa se si sentono minacciati, ma rimangono comunque animali potenzialmente pericolosi.

La dose di veleno iniettata al momento della puntura non crea grossi problemi all’uomo se non dolore, prurito e irritazione, a meno che non si verifichi una pericolosa reazione allergica o se il numero di punture è superiore a una, aumentando il quantitativo di veleno in circolo. Certe reazioni a seguito di punture possono essere mortali.

Nel caso di una reazione allergica locale si applicano gli stessi principi del trattamento delle reazioni tossiche (disinfezione e ghiaccio), in alcuni casi per rendere più rapido il recupero può essere utile applicare dei farmaci antistaminici o steroidei topici.

Le reazioni allergiche generalizzate rappresentano un problema più serio ed è opportuno attivare immediatamente il sistema di emergenza territoriale (118), in particolare se dovessero comparire sintomi suggestivi di shock anafilattico e/o edema della glottide. Il trattamento può andare dalla terapia antistaminica e cortisonica nei casi più lievi, fino alla somministrazione di adrenalina per via intramuscolare o endovenosa nei casi più gravi.


Prevenzioni alle reazioni allergiche

Oltre a misure generali di prevenzione, mirate a ridurre la possibilità di incontrare imenotteri (evitare vestiario dai colori sgargianti, evitare profumi particolarmente intensi, evitare lavori o hobby a rischio) la misura più efficace per prevenire reazioni allergiche gravi da puntura di imenotteri è rappresentata dall’immunoterapia specifica iposensibilizzante, volgarmente detta vaccino.
L’immunoterapia iposensibilizzante è indicata a tutti, in particolare a coloro che hanno già avuto una reazione allergica grave, ma sempre dopo essersi recati dal proprio medico.


La disinfestazione

Per risolvere questo fastidioso e potenzialmente pericoloso problema è bene affidarsi a dei professionisti e non utilizzati metodi fai da te di dubbia efficacia e rischiosi per la salute.
La SIADD IGENSERVICE s.r.l. forma il proprio personale tecnico con corsi specifici nella disinfestazione di nidi di vespe e calabroni, pertanto i tecnici della SIADD IGENSERVICE s.r.l. risultano altamente specializzati per affrontare queste situazioni.

Il trattamento va eseguito con l’utilizzo di tute antipuntura specifiche, oltre agli ordinari dispositivi di protezione individuale. L’esecuzione è preferibile al mattino presto quando l’attività di vespe e calabroni e minima, l’intervento verte sull’irrorazione del nido con prodotti insetticidi abbattenti specifici, avendo cura di dirigere il getto verso il foro di uscita, penetrando il più possibile al suo interno. Una volta terminata la disinfestazione, dove possibile si rimuove completamente il nido e possono venire applicate delle protezioni (rete, cemento o altro) per evitare che altri calabroni possano entrare nella cavità per fare un altro nido.