Dopo i casi di chikungunya e malaria che hanno animato l’opinione pubblica in Italia, poniamo l’attenzione sul tema delle zanzare.

Prevenzione contro le zanzare

Innanzitutto bisogna comprendere l’importanza della prevenzione e puntare su questa. Ogni femmina di zanzara può depositare anche 400 uova, e con il caldo estivo il ciclo di sviluppo da larva ad esemplare adulto può durare anche solo una settimana. E’ fondamentale combattere questi fastidiosi insetti fin dall’inizio, piazzando trappole e soprattutto controllando la presenza, in giardino, nel cortile condominiale, nei parchi pubblici o anche solo per strada e dentro oggetti che possano favorire ristagni d’acqua.

SIADD IGENSERVICE S.r.l. si impegna ogni hanno nella lotta contro le zanzare bonificando tutti i ristagni d’acqua della città dai tombini ai canali di irrigazione, che sono i luoghi di maggiore proliferazione per le zanzare.

Le zanzare non significano solo punture che prudono e ronzii fastidiosi, ma sono vettori di molte malattie, alcune delle quali molto pericolose per l’uomo e non solo.


Come sopravvivono le zanzare in inverno?

Col passare degli anni le zanzare hanno imparato a sopravvivere sempre meglio alla stagione fredda, specialmente la zanzara tigre. Merito delle loro incredibili capacità di adattamento, del riscaldamento globale e anche della nostra negligenza.
Proprio d’inverno dovremmo approfittare per combattere le zanzare svernanti e bonificare ogni angolo di casa e giardino per prepararci al resto dell’anno.

L’inverno è una vera e propria piaga per le zanzare. Le temperature più basse, già a partire dall’autunno, allungano il ciclo di sviluppo delle uova e il freddo dell’inverno stronca la popolazione di adulti.

Non tutte le zanzare, in forma adulte o di uova, muoiono durante l’inverno. Alcune di loro riescono infatti ad entrare in una forma di ibernazione chiamata “diapausa”, che consente loro di rallentare il metabolismo e sopravvivere a lungo finché le giornate primaverili non torneranno ad allungare le ore di luce e ad alzare la temperatura. In questa condizione fisica, sono assolutamente inattive, non hanno bisogno di sangue e non ci cercano per pungerci, per questo non le vediamo e non le sentiamo: il loro scopo è solo arrivare indenni alla primavera.

Le zanzare sopravvivono rifugiandosi in posti dove il microclima del luogo permette loro di passare indenni l’inverno. Il rifugio può essere un angolo nascosto della nostra casa, dove grazie al riscaldamento la temperatura si manterrà più alta, ma sono sufficienti anche un garage o una cantina, dove comunque non scenderà mai sotto lo zero.


Disinfestazione invernale

SIADD IGENSERVICE S.r.l. consiglia di trattare in modo molto accurato tutta la casa con tecniche di disinfestazione all’avanguardia al fine di debellare e distruggere i nascondigli delle zanzare.

La prevenzione rimane il metodo più efficace nella lotta contro le zanzare soprattutto se eseguita sin dai periodi più freddi dell’anno.


Zanzara Aedes – Aedes aegypti
zanzara Aedes

Aspetto
• L’adulto presenta righe bianche e nere
• La larva rimane inclinata a 45° sotto la superficie dell’acqua
• Le uova sono nere e di forma ellittica

Ciclo vitale
• Il ciclo vitale da uovo ad adulto avviene in 6-8 giorni
• È un insetto a metamorfosi completa – uovo, larva, pupa e adulto

Abitudini
• Habitat: contenitori, soprattutto quelli fabbricati dall’uomo e contenenti acqua pulita
• Punge soprattutto con picchi dopo l’alba e prima del tramonto
• Questa zanzara è attratta da colori intensi come il nero e il rosso
• Vola solo per brevi distanze (50–100 metri)

Zanzara Anofele -Anopheles spp.
zanzara Anofele

Aspetto
• presenta macchie chiare e scure sulle ali e quando è a riposo sull’acqua forma un angolo di 45° con la superficie
• La larva a riposo rimane parallela alla superficie dell’acqua
• Le uova misurano circa 1 mm e sono dotate di un organo galleggiante sui lati

Ciclo vitale
• Le uova raggiungono lo stadio adulto in 6-10 giorni.
• Si tratta di un insetto a metamorfosi completa- uova, larva, pupa e adulto

Abitudini
• Habitat: predilige specchi d’acqua puliti e incontaminati
• Punture: punge prevalentemente di notte e vive sia in ambienti interni che all’esterno (a seconda della specie)
• Preferisce i colori scuri
• Con una sola assunzione di sangue la femmina depone da 50 a 150 uova
• Principale vettore della Malaria.

Zanzara Culex – Culex tritaeniorhynchus
zanzara culex

Aspetto
• Adulti: torace, zampe e venature delle ali ricoperte di scaglie scure. Colorazione opaca. Addome smussato e di colore bruno
• La larva a riposo rimane a 45° sulla superficie dell’acqua
• Le uova sono scure, lunghe, cilindriche, rimangono in posizione verticale sulla superficie dell’acqua e sono unite a formare zattere di 300 uova. Le unità sono solitamente lunghe 3-4 mm e larghe 2-3 mm

Ciclo vitale
• Le uova raggiungono lo stadio adulto in 6-10 giorni
• Si tratta di un insetto a metamorfosi completa- uova, larva, pupa e adulto

Abitudini
• Habitat: prediligono gli ambienti fangosi, acqua stagnante e acque di scolo
• Punture: pungono prevalentemente di notte, entrano nelle abitazioni per nutrirsi e vi rimangono anche in seguito. A volte possono essere osservate anche all’aperto
• Sono attratte dai colori scuri
• Volano per lunghe distanze
• Principali vettori dell’Encefalite di Tipo B Giapponese